AIEE
AIEE AIEE
 


Il settore energetico nel nostro Paese sta attraversando un periodo di grande difficoltà sia a causa degli alti prezzi del petrolio, sia di mancate scelte e sia di forti ritardi nel realizzare oggi coraggiose opzioni su come approvvigionare e distribuire e utilizzare l'energia in modo sicuro, economico e senza alterare l'ambiente.

Strade da percorrere per ridurre alcune di queste difficoltà sono: aumentare il grado di conoscenza del nostro settore energetico; fare più informazione, comunicazione e formazione, per consentire il superamento di ostacoli e veti a tutti i livelli; e, sopratutto realizzare più ricerca ed innovazione.

Per fare ciò occorrono, da un lato, maggiore coesione e condivisone di obiettivi fra tutte le imprese, e, dall'altro nuovi rapporti fra queste ultime ed il mondo universitario che può assicurare competenze, risorse e strutture di ricerca.
Nasce così uno strumento nuovo, la "Fondazione Energia" fondata dall'Associazione Italiana Economisti dell'Energia, come Ente morale, senza scopo di lucro e con gli obiettivi delle Fondazioni Aperte di creare progetti di interesse pubblico, nel caso specifico, nel settore energetico - ambientale.
Costituita nel mese di giugno 2005, con un capitale messo a disposizione dall'AIEE, con una ampia biblioteca e alcuni studi già avviati, la Fondazione Energia,  cerca di aggregare e coinvolgere nuovi Enti ed imprese al nucleo originario dell'AIEE in modo da realizzare la missione istituzionale.
La Fondazione non ha fini di lucro ed è apolitica. Essa ha lo scopo di diffondere l’interesse per lo studio e l’approfondimento dei problemi energetici,  con particolare riferimento agli oggetti  tecnico-economici, istituzionali, ambientali e di risparmio energetico.
Tale scopo sarà realizzato attraverso l’effettuazione di studi e ricerche, la redazione di pubblicazioni anche periodiche, l'organizzazione di Convegni a livello nazionale ed internazionale, nonché l’erogazione di  contributi a studiosi e borse di studio a giovani laureati desiderosi di perfezionarsi