AIEE
AIEE AIEE
 


 

1st AIEE Energy Symposium
Current and Future Challenges
to Energy Security


in cooperation with
Bicocca University of Milan
30 November-2 December 2016 - Milan, Italy

www.aieeconference2016milano.eu

Il primo AIEE Energy Symposium sulla sicurezza energetica


 

Due giorni di lavori intensi dove esperti, ricercatori, docenti, manager delle principali realtà energetiche italiane ed estere si sono incontrati al 1st Energy Symposium “Current and Future Challenges to Energy Security” organizzato dall’Associazione Italiana Economisti dell’Energia (AIEE) presso l’Università degli Studi di Milano Biccocca.

Oltre 200 i partecipanti, provenienti da 26 Paesi, che hanno discusso delle sfide future del mondo dell’energia.  Al centro del dibattito gli aspetti economici e quelli tecnologici per la sicurezza dei sistemi energetici mondiali. Concetto molto ampio che va dalla disponibilità degli approvvigionamenti di fonti fossili allo storage dell’energia elettrica da fotovoltaico ed eolico.

L’evento è stato organizzato in 5  plenary sessions e 26 concurrent sessions dove sono stati affrontati a 360 gradi i temi principali del campo energetico e ambientale.

L’apertura del convegno internazionale è avvenuto mercoledì 30 novembre alla presenza del Presidente della IAEE Gurkan Kumbaroglu (International Association for Energy Economics), del Presidente dell’AIEE Carlo Andrea Bollino, Presidente dell’Autorità dell’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) Guido Bortoni  e del Direttore del Dipartimento di Economia della Uni Bicocca Lucia Visconti Parisio.
Nella mattinata di giovedì 1 dicembre, il confrontato si è spostato nelle sessioni plenarie parallele. In quella intitolata “Regulation of energy markets” Alessandro Ortis, (Presidente degli Stati Generali dell’Efficienza Energetica) ha coordinato i lavori, ai quali hanno il Prof. Carlo Andrea Bollino (Presidente AIEE) e Jean-Michel Glachant (Direttore della Florence School of Regulation).


A dirigere l’altra tavola, intitolata “Energy security of supply and market developments”, è stato Giuseppe Gatti (Presidente Energia Concorrente) ed hanno partecipato al dibattito Kostas Andriosopoulos (Direttore esecutivo del Research Centre for Energy Management - RCEM), Giorgio Crugnola (RnD Manager di FZSONICK), Felice Egidi (Senior Advisor di Assoelettrica) e Chicco Testa (Presidente di Sorgenia).

La giornata di venerdì 2 dicembre si è aperta con due nuove sessioni plenarie parallele. In quella intitolata “Energy challenges in the industrial sectors: the transition to a low-carbon economy” ha diretto i lavori Pippo Ranci (Professore di Economia politica presso l’Università Cattolica di Milano). Ad essa hanno dato il loro contributo Gianni Murano (Presidente di Esso Italiana), Luca Bragoli (Head of Institutional Affairs del Gruppo ERG) e Salvatore Pinto (Presidente di Axpo).

Nella sessione “Europe Roadmap to 2050 and the future strategies of the energy industry”, moderata da Felice Egidi, questa volta nella veste di Head of European Public Affairs di Enel), hanno presentato i propri scenari energetici per l’Europa Manfred Hafner (Partner e Vice-Presidente Consulting di Enerdata) e Claudio Spinaci (Presidente di Unione Petrolifera).

Nella sessione plenaria, che ha avuto luogo nel pomeriggio, la discussione si è concentrata sul tema “European perspectives in the global energy context”, con un accento sulle sfide che attendono i paesi dell’UE. Padrone di casa il Presidente dell’AIEE Carlo Andrea Bollino. Con lui Laura Cozzi (Head Demand Division, IEA), Samuele Furfari (Consulente presso la Direzione Generale del DG Energy della Commissione Europea) ed Alessandro Clerici (Presidente onorario del WEC Italia).

Nelle diverse sessioni concorrenti della tre giorni milanese, oltre al contributo scientifico garantito dalla presenza dei ricercatori inviati dalle più importanti università ed enti di ricerca del mondo a presentare i propri paper, fondamentali per la riuscita del simposio sono stati gli spunti offerti dalle aziende di settore.  

E' stata organizzata una sessione speciale dal KAPSARC dell'Arabia Saudita per discutere sul tema "Renewables and Diversification in Heavily Energy Subsidized Economies”

I temi emersi come quelli di maggiore interesse sono stati il mercato del gas, con particolare attenzione al ruolo della Federazione Russa, il mercato elettrico, l’efficienza energetica nel settore industriale e civile, le strategie per contenere i cambiamenti climatici, lo stoccaggio energetico, l’utilizzo e la diffusione delle fonti rinnovabili, le politiche ambientali.

Tra i temi geopolitici più dibattuti ricordiamo i rapporti internazionali per gli approvvigionamenti energetici europei attraverso la Turchia. Sul piano mondiale, invece, ad accentrare l’attenzione dei convenuti è stato il problema del cambiamento climatico e le politiche di contrasto delle emissioni di gas serra. Una specifica sessione concorrente è stata dedicata, del resto, ai sistemi di scambio delle quote di CO2 ed al ruolo della fiscalità, con un occhio alle distorsioni ed alla competitività industriale.

Lo Student Best Paper Award 2016, sponsorizzato da Nature Energy, è andato al giovane Andreas Knaut, dell’Institute of Energy Economics dell’Università di Colonia, che nel pomeriggio di venerdì ha presentato il suo studio intitolato “Vertical integration and retail tariff design in electricity markets”. Il secondo posto se l’è aggiudicato Andrew Thompson (Vedecom/Université Paris-Saclay), che ha discusso il ruolo della potenza eolica nei mercati secondari dell’energia elettrica presentando il suo paper “Economic Feasibility of Wind Energy Participation in Secondary Reserves Markets”.

Al terzo posto, ex aequo, troviamo il paper “Forecasting Italian electricity market prices using Neural Network and Support Vector Regression techniques” di Federica Davò dell’Università di Bergamo ed Elham Talebbeydokhti dell’Università di Padova, che ha proposto uno studio non relativo al settore elettrico intitolato “Testing Persistence of the WTI and Brent Long-run Relationship after the Shale oil Supply Shock”.

Un incontro e un’occasione di discussione leale ed approfondita dei temi che più appassionano il mondo dell’energia di oggi, fornendo uno spunto di vero arricchimento dal punto di vista professionale, culturale e umano. L’Energy Symposium diventa, per la platea italiana, un appuntamento da subito irrinunciabile.

 

 
 



CONFERENCE SECRETARIAT

Phone: +39.06.3227367 
Fax:      +39 06 8070751
e-mail: info@aiee.it; assaiee@aiee.it;